La sartoria maschile made in Naples conquista e veste gli uomini più in vista della Terra

La sartoria maschile made in Naples conquista e veste gli uomini più in vista della Terra

Sartoria napoletana

Quattro anni fa, il Financial Times, principale giornale economico-finanziario del Regno Unito, elogiò la sartoria maschile partenopea definendola la migliore al mondo. In realtà, gli amanti del bien vivre e del bel vestire di ogni angolo del globo, già da parecchio tempo mostrano di apprezzare i capi tailor made in Naples, dalle caratteristiche ben precise e a prova di imitazioni. Vere e proprie opere d’arte da indossare, che accarezzano le forme come una seconda pelle.

La giacca da uomo

Parole d’ordine? Stile, comfort e leggerezza. Tra le peculiarità della “giacca napoletana”, capo spalla per eccellenza realizzato da artigiani del lusso partenopei, troviamo infatti il taglio morbido e la cosiddetta manica a “mappina”, dalla particolare arricciatura all’altezza del girospalla, che conferisce naturalezza all’insieme e facilita i movimenti. Una stropicciatura creata ad arte, il cui nome deriva dal termine napoletano che sta ad indicare un piccolo straccio, ma solo per la tecnica utilizzata. I tessuti impiegati, infatti, sono tutti di ottima qualità e accuratamente selezionati.  

Altre caratteristiche sono: il taschino a barchetta, dal taglio che vira leggermente all’insù; la spalla poco imbottita per evitare un effetto irrigidito; e, nelle giacche monopetto, il tre bottoni “stracciato”, che prevede il primo bottone sempre “sciolto”.

Le star che vestono made in Naples

La giacca da uomo napoletana, si differenzia inoltre dalle altre perché “zompa arrèto” ovvero è lievemente più corta nella parte posteriore e ha lo scollo a “martiello” aperto sulla camicia. Tutti elementi distintivi che fanno, da anni, della storica e rinomata sartoria partenopea, la preferita di teste coronate, star di Hollywood, politici, manager e gentlemen sparsi in tutto il mondo. Tra i fan, di ieri e di oggi, si annoverano i mitici Clark Gable, Totò, Marcello Mastroianni e il Duca di Windsor, amanti degli abiti di Attolini. Nei registri storici della maison Rubinacci figurano, tra gli altri, Vittorio De Sica e il principe Umberto di Savoia, mentre più di recente, Daniel Westling, ha scelto, un abito della sartoria Formosa, per il giorno delle nozze con la principessa Victoria di Svezia. Camicie e giacche firmate Luigi Borrelli, vestono, invece, celebrities del calibro di  Harrison Ford, Richard Gere e Robert De Niro oltre al simpatico principe Emanuele Filiberto di Savoia.

Per la serie: la qualità italiana, pardon, napoletana… veste gli uomini più in vista della Terra.

Nautic sud

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *