Gelato artigianale made in Italy

Tre coni

Gustoso, sano, originale ed… anti-age. Per combattere il caldo, niente di meglio di un gelato artigianale made in Italy

Golosoni no limits, “esploratori” alla continua ricerca di nuovi sapori, sportivi, intolleranti, vegani… Mai come stavolta, la domanda nasce spontanea: dimmi che ice cream scegli e ti dirò chi sei. Se fino a qualche anno fa, però, i gusti di gelato artigianale si contavano sulle dita di una mano oggi, invece, in Italia, grazie anche a maestri gelatieri sempre più preparati, curiosi ed attenti al mondo healthy, è possibile scegliere tra un’infinità di proposte, molte delle quali a dir poco sorprendenti, pronte a soddisfare davvero tutti. Dai più piccoli ai fanatici della linea.  

Cono o coppetta, poco importa. Per sopperire al caldo torrido che in questi giorni attanaglia il Bel Paese, da Nord a Sud, l’ideale è proprio un buon gelato artigianale, fresco, invitante e perché no, sano. Prodotto con materie prime di qualità, spesso a chilometro zero, alternando semplicità ad abbinamenti originali e spiazzanti.     

L’unico problema sarà l’imbarazzo della scelta. Sì, perché si va dai “classici” come caffè e pistacchio, fragola, cioccolato e fiordilatte, ad insoliti “salati” ispirati a piatti come carbonara o vitello tonnato. E poi ancora, chinotto candito, asparagi e mandorle, crema al timo e limone, fino ad arrivare a gusti particolari come quello dedicato alla spiaggia nera di Maratea, proposti all’ultima edizione dei “Tre Coni”, evento firmato Gambero Rosso, che non molto tempo fa ha visto riunirsi a Napoli i migliori maestri gelatieri d’Italia.        

Protagonisti, gelati di qualità eccellente, interamente made in Italy, da gustare come sfizio o anche come sostituto di un pasto. Un must have ormai destagionalizzato, che vede consumi in crescita ogni anno con circa 7 chili pro capite.

Tra gli altri gusti autentici, tutti da provare, quelli al tarallo “sugna e pepe” o al Provolone del monaco, ai piselli, alle cime di rapa, alle ginestre e al glicine realizzati, stagionalmente, dalla gelateria Primavera di Sorrento, meta di celebrity provenienti da tutto il mondo, che ogni giorno propone circa 80 gusti diversi, dolcificati ora con miele, ora con zucchero di canna, stevia o liquirizia.

Ma non è tutto. Tra le novità dell’Estate 2019, spicca anche il gelato 3.0 di Grezzo, che vanta solo materie prime integrali, vegetali, naturali e bio. Niente latte, uova e zucchero bianco. Un ice cream unico al mondo, crudista e vegano, cremoso, appagante e leggero, che apporta un livello di fibre e proteine particolarmente elevatocon il 50% in meno di zuccheri rispetto al gelato tradizionale, solo grassi sani e amici della salute e poche calorie: in media 250 per 100 grammi. Per addolcirlo, solo zucchero biologico integrale di cocco, dall’indice glicemico molto basso, estratto dalla palma senza abbattere nessuna pianta.

Il primo gelato funzionale, che nutre in modo specifico e va a soddisfare particolari esigenze, grazie anche al contributo di nutrizionisti esperti come Michela De Petris. Et voilà “Vitalità” se si è giù di corda, con cioccolato crudo, radice di maca, zenzero, peperoncino e cannella, o “Longevità”, per chi aspira a vivere a lungo, con mango, curcuma, pepe nero, zenzero e menta. E per rimanere sempre giovani, “Anti-aging” all’insegna di ingredienti ricchi di anti-ossidanti, tra cui pistacchio, té matcha, bacche di Goji e nibs di fave di cacao crude.

Compriamo italiano

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *