LA RICETTA PER LA DOMENICA – DI NINO SALEMME PASTA ALLA SICILIANA (variante della pasta alla Norma)

Ingredienti per 4 persone:

Procedimento:

Tagliare a mezzo filetto le melanzane e friggerle con uno spicchio d’aglio in abbondante olio di oliva, e porle su carta assorbente.

·Preparare il pomodoro, aggiungendo prima i datterini (portarli a metà cottura) e poi la polpa, nella stessa padella senza averla lavata e in cui sono state fritte le melanzane, aggiungendo l’altro spicchio d’aglio e un po’ d’olio.

·Calare la pasta e cuocerla fino a tre quarti della cottura, colarla e conservare l’acqua.

·Mischiare in una zuppiera la pasta, le melanzane fritte, il Fiordilatte, il Parmigiano, ed il pomodoro con abbondante basilico, e aggiungere due mestoli d’acqua di cottura della pasta.

·Posizionare il tutto in una pirofila di vetro, coprendo con altro pomodoro, parmigiano e altre foglie di basilico.

·Infornare a 150° per circa 45 minuti.

·Lasciar riposare per 10 minuti e servire.

Buon appetito Italia, e fateci sapere se vi è piaciuto.

L'abbinamento vino consigliato da Gennaro Miele - Sommelier:

Nelle cucine di Napoli non è insolito ritrovarsi immersi, la domenica mattina in alternativa al ragù, nei profumi che provengono dal forno e che cantano di una ricetta gustosa e che tutti mette d’accordo.

La Pasta alla Siciliana è una variante della Norma, per l’appunto isolana. Gli ingredienti da combinare sono pochi ma è la maestria nella preparazione che fa la differenza. Melanzane, pomodoro, latticini (fiordilatte e parmigiano) e pasta creano un assaggio ricco di sfumature che richiedono l’abbinamento di un vino che al pari abbia struttura ed eleganza.

Questo piatto rappresenta un po’ un legame tra due parti del Regno delle due Sicilie e l’incontro tra forchetta e calice avviene questa settimana con un campano di antiche origini, il Piedirosso.

Nell’interpretazione dell’azienda Tenuta Iovine il Pompeiano, Piedirosso Igt 2017, è un vino strutturato e morbido, la gradazione alcolica di 13,5% aiuta a dare equilibrio all’assaggio del piatto leggermente untuoso. Gli aromi di ciliegia, viola e spezie continuano nell’intensità del gusto rotondo e persistente.

L’incontro tra Pasta alla Siciliana e Pompeiano è sontuoso, un teatrale trionfo di sapori capaci di eliminare le distanze geografiche tra terraferma e isole.

Buon Calice!

VINO-PIEDIROSSO

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *