La ricetta per la domenica – Di Nino Salemme pasta e piselli

Ingredienti per 4 persone:

Procedimento:

Far soffriggere la cipolla, la pancetta, la carota ed il sedano nell’olio tagliate a pezzettini (il così detto soffritto) fino a rendere il tutto dorato, e risoffriggere allungando con un bicchiere d’acqua e farlo riasciugare (deve fare una piccola cremina) e fare questo procedimento altre due volte. Una volta asciugata l’acqua, aggiungere i piselli, il sale ed il pepe.

Far cuocere per 45/60 minuti aggiungendo periodicamente acqua finchè non si raggiunge la perfetta cottura dei piselli, asciugato il tutto e dove la metà dei piselli ha creato una cremina, versare la pasta precedentemente spezzata a mano e cuocerla risottandola (asciugare ed allungare con acqua) fino alla cottura finale della pasta (più o meno 12/14 minuti).

Deve diventare una crema mischiata alla pasta, lasciar riposare 2/3 minuti nella pentola con il coperchio, mischiare e servire in una ciotola di vetro aggiungendo un filo di olio a crudo ed il parmigiano grattugiato a piacere.

L'abbinamento vino consigliato da Gennaro Miele - Sommelier:

FATTORIA LA RIVOLTA – Coda di volpe DOP Sannio – sottozona Taburno

C’è un vitigno il cui nome deriva dalla forma del grappolo somigliante ad una ‘’coda di volpe’’, animale forèsto e libero, sfuggente allo stesso modo in cui è stata l’attenzione dei produttori verso il vino che ne deriva, utilizzato per il taglio dei ‘’fratelli maggiori’’, Fiano e Greco.

L’azienda produttrice, Fattoria la Rivolta, prende il nome da Contrada Rivolta, teatro di un’antica ribellione dei contadini contro l’oppressore feudatario longobardo.

Il primo intervento in vigna per la rivalutazione del Coda fu un radicale espianto dei vigneti esistenti, trebbiano e malvasia, che mancavano di sintonia, territoriale e storica, con il luogo.

Un vino questo, nato dalla mancata voglia di omologazione al pensiero enologico corrente, quello di fare un vino di mercato a tutti i costi.

Nel calice il Coda di Volpe ha un colore dorato chiaro che cattura la luce. Gli aromi spaziano dal minerale al fruttato di albicocca con sfumature agrumate.

Nell’assaggio è protagonista una decisa sapidità, esplosiva come una luce improvvisa, accompagnata dall’alcol ben bilanciato e dai toni morbidi.

Un vino adatto ad accompagnare la delicata aromaticità di carni bianche e preparazioni con legumi.

https://fattorialarivolta.it/i-nostri-vini/fattoria-la-rivolta/bianchi/coda-di-volpe-0-75/

Buon appetito

BT CODA DI VOLPE

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *